Vaccini antinfluenzali, boom di richieste ma nessuna dose trovata

In media, in questa prima fase, secondo i dati del Centro Studi Fimmg, Federazione Italiana Medici di Famiglia, ogni medico ha somministrato 242 dosi al maggior numero di pazienti.

Tomasa Mayo, responsabile area vaccinazioni Fimmg, spiega che le regioni Campania, Lazio, Liguria, Sardegna, Sicilia e Provincia Autonoma di Trento sono state le prime ad avviare la campagna vaccinale nella prima decade di ottobre. La maggior parte delle altre regioni ha iniziato la sua campagna tra la seconda e la terza settimana di ottobre. Il Piemonte, finalmente, è partito dal 26 ° giorno. “Finora le dosi consegnate ai medici sono state quasi somministrate – racconta Maio – I medici di famiglia hanno lavorato molto e hanno bisogno di averne altri – aggiunge – non solo hanno il diritto ma hanno bisogno di ottenerlo. Perché ci sono pazienti che premono per la vaccinazione “.

Farmacie attraenti Secondo Federfarma, la situazione nelle farmacie è “irregolare” e resta critica in varie regioni. In Lazio, Emilia-Romagna e Liguria i farmaci antinfluenzali si trovano nelle farmacie. Il segretario dell’Unione Farmacisti, Roberto Tobia, chiede alle altre Regioni di aderire “secondo i termini della Conferenza Intergovernativa”, che ha assegnato loro una quota dell’1,5% delle dosi totali del piano vaccinale e valutato insieme. Ministero e Aifa hanno “la possibilità di importare dosi dall’estero”.

“La quantità che pensavamo di avere in farmacia era di circa 2 milioni di dosi, visto che lo scorso anno sono state erogate 900.000 dosi – aggiunge il segretario Federfarma -. L’1,5% ha promesso di coprire circa 250.000 dosi. Le farmacie sono piene di richieste e prenotazioni dei clienti”.

READ  Roma, Dzico positivo per Covid-19. Pubblicità su Instagram

Il caso Lombardia La regione, rispetto ad altre, si è mossa all’inizio di settembre per acquistare le dosi, e questo ha avuto implicazioni per la distribuzione. Secondo il Corriere della Sera sono stati ordinati 2 milioni 780.000 di vaccini antinfluenzali, ma al momento ne sono stati consegnati 792.000. Tuttavia, un promemoria del Ministero della Salute tenta di rassicurare operatori e cittadini, assicurando che “i medici di base potranno prenotare e ritirare il primo lotto di dosi di vaccino destinate a più di 65 anni a partire dal 18 novembre”.

Il vaccino è consigliato tra i 6 mesi ei 6 anni e oltre i 60 anni. Le regioni hanno venduto l’1,5% delle azioni alle farmacie a gruppi non a rischio.

Written By
More from Arzu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *