Si ferma fino al 14 novembre. “Il governo sta perdendo tempo”

Le scuole sono chiuse A proposito di virus. Nuova presa del righello Vincenzo de Luca in un Campania: Delle due si ferma anche all’asilo, cioè la madre H nidi. Lo afferma l’Ordine n. 86 firmato dal Presidente del Distretto, che contiene ulteriori misure di contenimento per l’infezione da Covid-19. Le scuole sono chiuse da lunedì 2 novembre al 14 novembre.

Covid, The Ten Mistakes Related to the Pandemic and How they can be Addressed, una lettera aperta al governo di 10 accademici.

Il decreto in corso di pubblicazione, Estensione Sospensione delle attività educative faccia a faccia per le scuole primarie e secondarie, fatta eccezione per lo svolgimento di attività destinate ad alunni con disturbi dello spettro autistico e / o persone con disabilità, la cui prestazione è consentita in esistenza previa valutazione da parte della scuola, delle circostanze del contesto specifico; Confermata anche la sospensione delle attività formative e delle verifiche faccia a faccia (esami e verifica) negli Atenei, ad eccezione di quelle relative agli studenti del primo anno, in quanto già individuate alla presenza dell’Ateneo di riferimento.

L’attacco ad Azulina e al governo

Il governo sta sprecando tempo prezioso. Ecco la mia osservazione al governo: ha accumulato un ritardo molto lungo nel prendere decisioni. E prendere le decisioni con la logica del mediatore / medio che accontenta tutti e non risolve il problema. Ridurre la gravità della situazione. Non si sente il ministro dell’Istruzione che continua a cantare i pappagalli: “Dobbiamo mantenere le scuole aperte”. Ma come ripeti i cliché? “La situazione oggi è peggiorata anche a causa dei ritardi del governo”, ha detto in diretta su Facebook De Luca. De Luca pArla da “ritardi molto gravi nelle decisioni del governo». “La gravità dell’epidemia oggi è molto sottovalutata, e quindi i tempi del processo decisionale non sono coerenti con la gravità dell’epidemia, e tempo prezioso viene sprecato”.

«Assicurazione Napoli? Niente più sciocchezze

«A nessuno è permesso immaginare misure midstream, visto il livello di gravità del contagio, le uniche misure non solo gravi, ma efficaci sono quelle nazionali ”, ha sottolineato anche il governatore sull’ipotesi di bloccare Napoli e Milano.“ Il resto è tempo perso – ci sono zone con percentuali. Molto più alto del Napoli. Nessuno dice sciocchezze oggi“Le uniche misure sono nazionali, e il resto sono questioni intollerabili”.

Un nuovo climax di contagio è in Campania

Il governatore ha successivamente annunciato che la Campania aveva registrato 3.186 persone Covid-positive in 18650 tamponi. De Luca ritiene che “ci sono condizioni di stress per i ricoveri ospedalieri e per i letti ospedalieri, non per le cure intensive”. “A marzo il picco più alto di ricoveri è stato di 622 ricoveri ospedalieri, e oggi abbiamo già 1.300 ricoveri – ha spiegato – a marzo abbiamo avuto 4mila positivi, oggi 40mila, e molti sintomi sono moltissimi, ma io voglio Chiarisci che nessun sintomo è interessato “. “Per quanto riguarda le ammissioni intensive a marzo, il numero massimo di ammissioni è stato di 135 – ha aggiunto – oggi abbiamo 164 ammissioni e il peggio deve ancora venire”. Siamo pronti a triplicare il numero di posti ospedalieri e di terapia intensiva.

La zona rossa di Arzano è stata ampliata

Nel frattempo, Zona rossa A partire dal ArzanoIn provincia di Napoli è stato prorogato fino al 4 novembre. La legge di De Luca lo afferma sempre. L’agenzia ribadisce “il divieto di sgombero dal territorio comunale da parte di tutti i residenti, e l’accesso al territorio comunale”. Inoltre, è stata confermata la sospensione delle attività di pubblico ufficio, ferma restando l’erogazione dei servizi di base e di pubblica utilità; Attività commerciali, comprese le attività di ristorazione (bar, ristoranti, pasticcerie, pub e simili), escluso consegne a domicilio, esclusi servizi e attività personali legate all’acquisto di beni e servizi di prima necessità». Sospensione delle attività commerciali al dettaglio nel comune in provincia di Napoli, «Fatta eccezione per la vendita di cibo e beni di prima necessità».

READ  Lanciata la navicella spaziale Crew Dragon. Il taxi spaziale di Elon Musk per Nasa- Corriere.it

Edicole, tabaccherie, farmacie e drugstore rimangono aperti. Sono esenti da divieti i servizi bancari, assicurativi e finanziari, così come le attività volte a garantire la continuità della filiera e le attività dei liberi professionisti. I mercati sono chiusi indipendentemente dal tipo di attività svolta. È altresì vietato allontanarsi dall’abitazione, salvo necessità di fornitura di beni e servizi di prima necessità, come sopra descritto, per motivi di salute nonché svolgere attività non sospese – ivi compreso il lavoro – per le quali è consentito l’allontanamento dal territorio comunale, nei limiti strettamente necessari. Ferma restando la possibilità di transito all’interno e all’esterno del centro cittadino per comprovati motivi di salute o necessità urgenti e non rimandabili; In ogni caso il transito è consentito agli operatori sanitari e sociali, al personale che partecipa agli esami e all’assistenza nelle attività connesse all’emergenza, nonché a coloro che svolgono attività consentite e che svolgono per loro un ruolo effettivo, limitatamente ai luoghi strettamente indispensabili. Per svolgere queste attività e per pulire e sterilizzare i relativi edifici con l’impegno di utilizzare dispositivi di protezione individuale.

video

Ultimo aggiornamento: 16:07


© Riproduzione riservata

Written By
More from Arzu

“Gli ospedali crollano in due settimane”

“I numeri sono quelli. C’è un rallentamento dei ricoveri, ma non impedisce...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *