Roma Udinese 3-0: i gol e la partita più importante di campionato italiano

Sue rig da 5 ‘e 25’. FERRITOT, 90 ‘+ 3 PEDRO

Roma (3-4-2-1): Bo Lopez Mancini, Cristante, Ibanez; Carsdorp, Villar, Ferretot (78 ‘Pedro), Spinazola (87’ Bruno Perez); Lui lei. Pellegrini (87 ‘Diawara), Mkhitaryan; Borja Mayoral (69 Dzeko). tutti. Fonseca

Udine (3-5-1-1): Moso. Bonifazzi, Nuitenk, Sameer; Stryger Larsen (62 ‘Molina), De Paul, Walace (85’ Nestorovski), Arslan (74 ‘Makengo), Zeegelaar (74’ Ouwejan); Deulovio. Llorente (62 ‘Okaka). tutti. Gotti

Ammonite: Il. Pellegrini (R), Ferretot (R)

La Roma riparte dal Tre. Tre gol uguali contro l’Udinese. Tre come la posizione in classifica per il Team Fonseca. Contro Juventus e Napoli (che hanno una partita in meno) e +3 sulla Lazio stasera in campo con l’Inter. Dopo gli ottavi di finale contro la Juventus, la Roma torna a vincere assicurandosi (quasi) infallibile contro squadre di media o bassa classifica. Se ci sono stati confronti diretti con i big (Milan, Inter, Juventus, Lazio, Napoli e Atalanta), non ci sono state vittorie, contro tutti gli altri i giallorossi non hanno mai perso, e lui ha vinto costantemente. La stessa cosa è successa anche contro l’Udinese. Fatta eccezione per la rete di Pedro (che non gioca da un mese ed è tornato nel migliore dei modi)Jordan Ferretot si è interessato a firmare la partita. Due gol, nove in Serie A (ha vinto la sua miglior stagione con otto alla Fiorentina 2017-18), dieci in questa stagione e quindici con la Roma (superando Candela come miglior attaccante francese di sempre in giallorosso).

la partita

Mayoral È l’uomo prescelto in attacco, a partire dalla quarta partita consecutiva. Dzeko è in panchina. Cristante è la carta principale: ha giocato contro la Juventus come trequartista, ed è oggi la posizione occupata dal ritorno di Pellegrini dall’eliminazione. Contro l’Udinese è il centro della difesa, visti sia Smalling che Kumbula indisponibili. Un solo cambio per Gotti rispetto all’ultima partita: fuori dal girone anche Pereyra, ma De Paul è rientrato dagli ottavi. Deulofeu e Llorente in attacco.

READ  Gf Vip, l'improvviso insulto degli altri concorrenti di Maria Teresa Rota. Sono scoppiata a piangere. Folla arrabbiata: "Sii timido"

Pronta e calcia subito la brillante Roma, che conferma il titolo alla squadra che segna di più nel primo quarto d’ora di gioco. Cross di Mancini accontenta il colpo di testa di Ferretot al 5 ‘. Ma la Gilorossi non è solo partita bene. Partita e occasioni: Al 12 ‘Ferret è ancora pericoloso con un diagonale in area, così al 19’ Striegger Larsen blocca miracolosamente il piede in un tiro ravvicinato di Ibanez su calcio d’angolo. Per Gotti (zero tiri nei primi 45 minuti) ci sono poche occasioni potenziali, come quella pericolosa contro uno di De Paul al limite dell’area con Spinazola come ultimo giocatore, bravo a chiuderla. Al, quindi, al 25 ‘Ecco l’apparizione: Mkhitaryan vince il rigore preso da Veritut. E alle 29 arriva anche il terzetto, ma Giacomelli li ha cancellati al Var in Pellegrini per errore a inizio azione. intervallo.

Nella ripresa l’Udinese si è ripresa meglio. Subito al tiro De Paul (largo, primo ospite), di Deulofeu, e ancora De Paul con punizione dal limite. Molina e Okaka per Striegger Larsen e Llorente sono le prime mosse dalla panchina. Occasione di testa per Pellegrini mentre Dzeko ci prova con il destro dalla sporgenza appena entrata (al 69 ‘) per Mayoral. Ma la Juventus ha le maggiori possibilità di recupero: Cristante perde un pallone tossico che Deulofeu lancia da solo contro Lopez, Un miracolo nell’impedirlo in uno contro uno. Sarà l’ultima vera occasione per Gotti di tornare in partita. Poi Macengo, Oijan e Nestorovsky da una parte, il ritorno di Pedro (assente per un mese nel campionato italiano nel derby), Bruno Perez e Dewara dall’altra. Appena Pedro approssima il punteggio nella finale e Roma sorride. L’Udinese si ferma dopo quattro risultati positivi consecutivi.

READ  Renzi: "Non penso nemmeno a far cadere il governo". Ma continua a ricattare Conte in tv e impone nuove condizioni: "Take the Mes"
Written By
More from Arzu

Signorini svela il rivale gay di Tommaso Zorzi

Sembra che Alfonso Signorini abbia finalmente trovato il perfetto concorrente per Tommaso...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *