Quando arriva il vaccino Covid in Italia? A fine gennaio sono state distribuite per la prima volta 3,4 milioni di dosi a ospedali e RSA- Corriere.it

“Sembra che una delle priorità sia proteggere quei luoghi che durante l’epidemia rappresentavano il principale canale di infezione e diffusione del virus, come ad esempio ospedali e strutture residenziali per anziani. A tal fine si può prevedere in questo La prima fase di somministrazione del vaccino direttamente negli ospedali e tramite unità mobili in strutture residenziali per anzianiQuesto è ciò che leggiamo al riguardo Piano di vaccinazione Covid (L’hai trovato Organizzazione mondiale della sanitàChe il commissario per le emergenze, Domenico ArcuriViene inviato ai Presidenti delle Regioni e per informazione ai Ministri della Salute e degli Affari Regionali. Ha aggiunto che i primi vaccini “potrebbero essere disponibili nei primi mesi del prossimo anno”. In particolare, “il vaccino Pfizer, la cui validazione risulta essere la più avanzata finora, consentirà all’Italia di rendersi disponibile già a partire dalla fine di gennaio 2021. Circa 3,4 milioni di dosi vengono somministrate a 1,7 milioni di persone. Pertanto, è necessario scegliere il target dei cittadini a cui vengono somministrate le prime dosi disponibili “.

Per quanto riguarda gli altri vaccini ricevuti, e destinati, invece, a tutte le altre categorie di cittadini, “saranno previste diverse modalità di somministrazione, in linea con la regolare somministrazione vaccinale, Attraverso una massiccia campagna (Ad esempio la macchina attraverso) a partire da persone con un alto livello di vulnerabilità.

Nel documento inviato ai governatori, Arcuri ha infine chiesto ai territori di inviare, Entro il 23 novembre, La tabella contenente il numero e l’intervallo Ospedali e RSA. Ogni ospedale ha il numero di operatori sanitari e non sanitari.

18 novembre 2020 (modifica il 18 novembre 2020 | 22:03)

READ  Saluti in Campidoglio, folla e applausi a Villa Borghese

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *