Orico: “La solita Inter con la Lazio. Un derby? Se il Milan gioca come è con lo Spezia, lo mangiano”.

In un’intervista a Radio Tmw, l’ex tecnico dell’Inter Corrado Orrico ha parlato del sorpasso nerazzurro a Milano e del derby in attesa della squadra di Conte

In un’intervista a Radio Tmw, l’ex tecnico dell’Inter Corrado Urrico ha parlato del sorpasso nerazzurro a Milano e del derby che attende Conte la prossima settimana:

Che impressione ti ha fatto l’Inter ieri?

“Il solito: forza, ingegneria, sicurezza difensiva. I temi classici delle squadre di Conte”.

Potrebbe esserci un contraccolpo per il Milan nel derby?

“Il derby è speciale perché tutto può succedere: se riesce a vincere, si alza in piedi e combatte fino alla fine, e se gioca invece il dibattito è finito”.

Ma il Milan si aspettava così tante difficoltà con lo Spezia?

“Mi aspettavo una partita molto difficile: lo Spezia ti morde il polpaccio e non ti fa pensare ma pensavo che i rossoneri in alcune situazioni della partita si sarebbero messi all’opera allo Spezia che stava premendo forte su ogni area del Il campo. Mi aspettavo che il Milan si adattasse a una situazione difficile, comunque prevedibile. Com’era prevedibile, mancavano due giocatori come Calhanoglu e Casey e senza di loro sarebbe stato difficile, avrebbero vanificato alcuni attacchi dello Spezia “.

Quali sono i duelli più avvincenti del derby?

“Lukaku-Ibra sarà un duello decisivo e poi a centrocampo: se il Milan gioca come fa allo Spezia, se la mangerà. Lo stato dei due a centrocampo dovrebbe tornare”.

Quante occasioni scudetto pensi di poter dare all’Inter oggi?

“L’Inter ha il 10% in più rispetto alle altre che vengono dalla forza del proprio allenatore e da alcuni giocatori di prim’ordine. Ci sono tanti giocatori”.

Written By
More from Arzu

Conte assegna la delegazione ai servizi: Pietro Benassi, ex ambasciatore a Berlino e consigliere del presidente del Consiglio – selezionato il profilo

L’ambasciatore Pietro Benassi, L’attuale consigliere diplomatico del primo ministro Giuseppe Conte, È...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *