NASA, mezzo milione di dollari a chi ha inventato il “cibo spaziale” – Ultima Aura

(ANSA) – Roma, 7 feb. – La NASA ha promesso di offrire un premio di 500mila dollari a chiunque riesca a inventare il cibo del futuro, e cibi destinati alle missioni umane su “Marte e altrove” sani e deliziosi e che potrebbero risultato se il viaggio interstellare è molto lungo. Lanciata a metà gennaio in collaborazione con l’Agenzia spaziale canadese e in occasione del centenario della NASA, la Deep Space Food Challenge si concluderà il 30 luglio.

L’obiettivo, da raggiungere in soli 7 mesi, è ambizioso.

Creare, secondo il sito web dell’Agenzia spaziale degli Stati Uniti, nuove tecnologie o sistemi di produzione alimentare che richiedono risorse minime e producono rifiuti minimi, fornendo cibo sicuro, nutriente e delizioso per missioni di esplorazione umana a lungo termine. Secondo la NASA, se si potesse accedere a un sistema del genere, sarebbe anche un grande passo avanti per la produzione alimentare in tutto il mondo, ma soprattutto in ambienti estremi, zone con risorse limitate o luoghi devastati da calamità naturali. (maniglia).

Riproduzione riservata © Copyright ANSA