Milano, rischio blocco di lunedì: le ipotesi del governo – Corriere.it

ConQuello rosso, che limita il movimento tra le aree e chiude alcune attività in aree con una curva di infezione più alta. Sono queste le nuove misure che il governo potrebbe adottare nelle prossime ore per cercare di piegare la curva del Covid-19. Il piano inizia nelle grandi città. Milano e Napoli, Ma anche BolognaE il Torino e Roma Sono note private, con le quali potresti ritrovarti Chiusura completa. Il fronte di rigore nel governo è rafforzato dall’ondata di numeri (Organizzazione mondiale della sanità Ultima osservazione della Stazione Spaziale Internazionale, Organizzazione mondiale della sanità Bollettino più recente) e spinge anche affinché le scuole vengano sospese e le lezioni frontali sospese in tutta Italia, anche per le scuole elementari e medie. A difendere la scuola è rimasta solo Lucia Azulina, il miserabile commento di un membro del M5S al termine del vertice serale a Palazzo Chigi. Giuseppe Conte era determinato ad aspettare ancora qualche giorno, Per proseguire con un nuovo Dpcm tra l’8 e il 9 novembre. Ma il virus si sta diffondendo troppo, l’attesa diventa sempre più pericolosa e nell’entourage del Primo Ministro ammettono che La situazione epidemiologica sta cambiando rapidamente. Nessuno può escludere che nel prossimo futuro il governo dovrà mettere nero su biancoNuove regole di pressione.

Rischi vicini

Io stupido Dati inquietanti dall’osservazione settimanale Anche dalla prospettiva Blocco nazionaleIl più estremo e pauroso, è tornato in tavola. Gira voce forte in Parlamento che l’Italia potrebbe essere come la Francia già da lunedì, ed è quasi completamente chiusa. Ma il Il ministro Francesco Boccia lo nega: Questo è illogico. Lo conferma il capo degli affari europei, Enzo Amendola Conte vuole evitarlo a tutti i costi: Faremo di tutto per escluderlo. Lasciare la porta aperta nel giro di chiave più difficile: se necessario, portiamo l’onere della scelta.

READ  Il Napoli non prende uno scudetto, quindi non andate da nessuna parte.

Parlamento

Con la crescita esponenziale del contagio, il consenso di Conte continua a calare e premier, dopo Pressione sull’opposizione Ancor più delle parti che lo sostengono, hanno deciso di condividere opzioni e responsabilità. Chiede ai Presidenti della Camera dei Rappresentanti e del Senato, Fico e Casilati, di determinare la sede con piena indipendenza e modalità di iniziazione Il confronto in corso con il Parlamento. Insomma, per la prima volta è d’accordo Avvisare periodicamente i gruppi di maggioranza e di opposizione, alla luce del nuovo Dpcm. Un passaggio risponde a Critica Non condividere decisioni e rivela preoccupazione per la stabilità della maggioranza. Mercoledì il premier farà una valutazione in aula sulla corsa al Covid-19 e le sue comunicazioni saranno messe ai voti, quindi un nuovo Dpcm prima di quella data sarà uno schiaffo in faccia al Parlamento.

.

Milano e altre città

Non basta fermarsi al capoluogo lombardo. Il Il governo sta negoziando con Perilon e il sindaco di Sala per un assedio della regione della capitale Migliaia di persone sono rimaste ferite di recente e gli ospedali sono in gravi difficoltà e in alcuni casi sono a rischio di collasso. Cinture, pur vietando la circolazione dei cittadini, e chiudendo tutte le attività tranne quelle necessarie, I lavori inizieranno lunedì presto. La stessa procedura potrebbe essere adottata anche in quelle altre città che mostrano un aumento di nuovi positivi rispetto ai tamponi eseguiti e alla saturazione degli spazi ospedalieri e di terapia intensiva. Il caso di Napoli, Bologna, Torino e Roma. Nella capitale le gravidanze nelle ultime 24 ore hanno superato le 2.200, con l’8,8% tra i nuovi contagiati e gli assorbenti interni. in un Campania Il governatore De Luca ha chiuso tutte le scuole, compresi gli asili nido, e la scelta ha scatenato una difficile battaglia nel governo.

Chiudi tutte le scuole o no

Conte ha riunito i capi delegazione e ora deve scegliere se chiudere o meno tutte le scuole. Mostra speranza uno studio Lancetta Sul rischio di contagio interbancario Dim Franceschini ha sorpreso la delegazione a cinque stelle quando ha detto che la scuola non è un altro pianeta rispetto ad altri settori. Il ministro Azzolina si è trovata quasi sola a difendere la tesi La scuola deve rimanere aperta, come in Francia e Germania. I ministri viventi italiani hanno detto che si chiude solo su alcuni dati scientifici.

READ  Covid, diete post-ricovero e sintomi domiciliari: consulenza di esperti
Movimenti tra regioni

A livello regionale, il Chiusura anticipata Da negozi e Vietare l’apertura dei centri commerciali almeno nei fine settimana. Puoi anche decidere di aspettarti coprifuoco Che in alcune zone si inizia alle 23:00 e in altre zone a mezzanotte, che impone ai cittadini di restare a casa dalle ore 20:00 ed uscire solo per soddisfare esigenze accertate e autocertificazioni. Il Può essere imposto un valico di frontiera per quelle aree che superano la soglia Rt 1.5. Anche in questo caso il governo vorrebbe che i conservatori firmassero i decreti e li condividessero con il ministro Speranza.

31 ottobre 2020 (modifica al 31 ottobre 2020 | 08:11)

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *