La zona rossa in Italia a Natale, ecco le misure per 8 giorni

L’Italia è rossa per Natale, ma solo nei giorni festivi e nei giorni che precedono le vacanze, non il blocco in corso dal 24 al 6 gennaio. Questa sembra essere la base per le misure che il governo si appresta a varare in vista delle festività natalizie e di Capodanno per contenere la diffusione del Coronavirus. Pertanto, la zona rossa “attiva” è la vigilia di Natale, la vigilia di Natale, il Santo Stefano, la vigilia di Capodanno e il 1 gennaio. Chiude il 24, 25 e 26 e domenica 27 dicembre. Poi di nuovo il 31 dicembre e il 1 gennaio. Più il 2 e il 3 gennaio, un sabato e una domenica. Una soluzione di compromesso che non arriverà al blocco fino al 6 gennaio richiesto dalla maggior parte degli intransigenti, che includeranno i ministri del Pd e il ministro della Salute Roberto Speranza. Ma la striscia dura ma più mite sarebbe la scelta del premier Giuseppe Conte e del M5S.

Il prossimo fine settimana, 19 e 20 dicembre, non dovrebbe essere caratterizzato da ulteriori restrizioni. Sarai in grado di muoverti tra le aree elencate nella zona gialla mentre in arrivo o in partenza dalle aree arancioni o rosse saranno disponibili solo per i residenti. Il governo sarà incaricato di non limitare i viaggi nelle prossime ore per evitare “esodi di massa” durante le vacanze, come hanno lamentato alcuni conservatori che hanno chiesto una repressione. “Il problema non sono i viaggi – spiega ad Adnkronos una fonte governativa di fiducia – il problema sono le cene e le feste, dove ci si prende davvero dei rischi”.


Zona Rossa d’Italia a Natale, le regole: ecco i ‘no-go days’

READ  Si ferma fino al 14 novembre. "Il governo sta perdendo tempo"

Il presidente del Consiglio ha spiegato: “Dobbiamo rafforzare il piano di Natale che abbiamo già fissato, e c’è stata un’altra discussione con gli esperti del Servizio antiterrorismo, che ci hanno anche consigliato di evitare la terza ondata”, che è un inasprimento aggiuntivo “. Ad Accordi & Disaccordi. Misure che sono state emanate finora”. Funziona, abbiamo un RT inferiore a 1, ma i rally degli ultimi giorni hanno destato preoccupazione. Conte ha aggiunto che c’è tanta voglia che le vacanze vivano secondo la tradizione, ma ora non è possibile e occorre qualche intervento aggiuntivo. “Non c’è certezza di una terza ondata, ma – e timbro – c’è una possibilità, non abbiamo la sfera di vetro …”

Il ricco menù di oggi prevede anche l’incontro tra il Presidente del Consiglio e Italia Viva, che si svolgerà alle ore 18 ed era indicativamente previsto alle ore 9, secondo le informazioni, per impegni istituzionali del Presidente del Consiglio. “Ci incontreremo” con Italia Viva “e vedremo se ci sono condizioni più forti per andare avanti, ma” Sarebbe irresponsabile smettere per mancanza di chiarimenti interni. Italia Viva è un compagno di viaggio, in questo momento solleva problemi politici e petizioni, domani ci affronteremo. È molto importante trovare coesione, condividere obiettivi e chiarezza di intenti. Ci sono molte sfide davanti a noi che considerano necessaria la piena partecipazione “, ha aggiunto. “Dobbiamo assumerci tutti la responsabilità. Italia La FIFA è una componente essenziale di questo progetto politico. Dobbiamo raccontarci le cose sbagliate e affrontarle in base ai loro meriti, e non parlarne in tv. Ci incontreremo e vedremo se ci sono le condizioni per andare avanti più forti” ma “” Sarebbe irresponsabile fermarsi, poiché non ci sono stati chiarimenti interni “.

READ  Covid, servizio di quarantena in Svizzera per i rimpatriati dalla Liguria, Campania, Sardegna e Veneto. Zaia: "incomprensibile"

Proseguirà anche il dialogo tra governo e province, come confermato dal governatore del Veneto, Luca Zaia. “Ho chiesto una decisione sulle misure da prendere alla fine della prossima settimana”. Oggi “terremo una nuova conferenza tra stati e territori, per tenere un ultimo incontro e concludere la partita. Se il governo interviene prima di sabato, va bene. Altrimenti, agiremo da soli. Il blocco sappiamo di non poterlo gestire e il governo stesso ha utilizzato il sistema distrettuale per evitare il blocco”. Nella zona rossa ci si può muovere per il comune, in caso di chiusura si possono raggiungere i 200 metri dalla casa. “

Riproduzione riservata © Copyright Adnkronos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *