Il nuovo dpcm in vigore da oggi l’Italia si divide in tre regioni a rischio

Un nuovo record giornaliero di casi di Coronavirus in Italia. in un Bollettino del 5 novembre Sono stati registrati 34.505 infortuni, per un totale di 472.348 casi dall’inizio dell’emergenza sanitaria. 312.391 recuperati (+4.961), 40.192 morti (+445). Ecco i dati dell’area per regione:

Lombardia: totale 233.013 (+8.822 al giorno)

Piemonte: 84.580 (+3171 al giorno)

Campania: 73,501 (+3,888)

Veneto: 68.795 (+3.264)

Emilia-Romagna: 65.091 (+2.180)

Lazio: 58,008 (+2,735)

Toscana: 55.088 (+2.273)

Liguria: 33.325 (+1.208)

Sicilia: 27402 (+1322)

Puglia: 22.935 (+850)

Marzo: 16.959 (+698)

Abruzzo: 13.114 (+571)

Umbria: 12.824 (+768)

Friuli Venezia Giulia: 12810 (+546)

Sardegna: 11053 (+413)

PA Bolzano: 10.859 (+762)

PA Trento: 10.192 (+320)

Calabria: 6.450 (+358)

Valle d’Aosta: 3.834 (+114)

Basilicata: 2923 (+135)

Di Molly: 2.123 (+107)

Efficace da oggi in poi Il nuovo DPcm che divide l’Italia in tre regioni, rossa, arancione e gialla. Nelle regioni rosse (Calabria, Lombardia, Piemonte e Val d’Aosta) è prevista la chiusura. La Puglia e la Sicilia sono regioni arancioni e il resto del paese è giallo. Stop alla scuola per esistere e per spostarsi tra le province anche in Campania per ordine del governatore Vincenzo de Luca. Coprifuoco per tutti nel mondo dalle 22 alle 5 del mattino Continua il contagio: nuovo record negli Stati Uniti con oltre 120mila contagi, per un totale di oltre 9,6 milioni di casi, di cui quasi 235mila morti. In totale, finora nel mondo sono stati registrati 48,6 milioni di feriti e oltre 1,23 milioni di vittime.

READ  "Gli ospedali crollano in due settimane"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *