“Coronavirus è stato trovato in un bambino a Milano nel novembre 2019” – Corriere.it

Sars-CoV-2 si trovava in Italia Più di un anno fa: analizzando Tampone dalla bocca e dalla gola di un bambino di 4 anniÈ stato portato d’urgenza al pronto soccorso di Milano il 30 novembre 2019 con sintomi respiratori e vomito che duravano da più di una settimana. Si sono presentati il ​​giorno successivo Macchie sulla pelle È simile al morbillo, ma in realtà il bambino aveva un’altra malattia. Il tampone, osservato mesi dopo, ha mostrato che la causa dei disordini era il Coronavirus, più di tre mesi prima della sua comparsa ufficiale con “Paziente 1” di Codogno20 febbraio 2020. Lo rivela uno studio condotto dall’Università Statale di Milano e pubblicato sulla rivista L’emergere di malattie infettive.

Il bambino non era fuori

Un bambino che può così essere considerato Il nuovo “Paziente 1” italianoVive a Milano e non aveva viaggiato all’estero prima di ammalarsi. Ma, Secondo uno studio dell’Università di Harvard che ha fatto scalpore a giugno, Sars-CoV-2 potrebbe essere già esistito in Cina tra agosto e ottobre dello scorso anno, e quindi non è difficile pensare a casi sconosciuti di ‘importazione’, dato il volume di scambi commerciali, culturali e di altro tipo tra l’Italia (Lombardia in particolare). ) E la Cina. Questa è una ricostruzione per i ricercatori dell’Università Statale di Milano: “Il 21 novembre il bambino ha sviluppato tosse e rinite, e dopo circa una settimana, il 30 novembre, è stato portato al pronto soccorso con sintomi respiratori e vomito. Il 1 dicembre si evolve Un’eruzione cutanea simile al morbillo; 5 dicembre (14 giorni dopo la comparsa dei sintomi) Tampone orale e faringeo Per la diagnosi clinica di sospetto morbillo. Risultato: negativo.

READ  Covid, newsletter di oggi 7 gennaio sul Coronavirus: dati Italia e Regioni - Cronaca

Manifestazioni cutanee

“Il decorso clinico del paziente è simile a quello che hanno fatto altri autori – hanno continuato gli autori dello studio. Lesioni maculari maculari È tra le manifestazioni cutanee più evidenti durante l’epidemia di Covid e molti studi hanno notato la sua comparsa in seguito (per sintomi respiratori, Ed) Nei pazienti più giovani. “L’analisi del campione ha mostrato Una sequenza di Rna identica al 100% al riferimento Sars-CoV-2 (denominato “Wuhan-Hu-1”), Così come catene di altri ceppi sparsi in tutto il mondo in fasi successive. Pertanto, i ricercatori spiegano: “Non è stato possibile determinare l’origine esatta del ceppo specifico”.

Sindrome simile a Kawasaki

Nello studio è stato analizzato Campioni da 39 pazienti, di età compresa tra 8 mesi e 73 anni: Solo il bambino di 4 anni è risultato positivo al Coronavirus. “L’idea era di indagare retrospettivamente su tutti i casi di esantema identificati a Milano tra settembre 2019 e febbraio 2020, risultati negativi al morbillo”. Silvia BianchiTra gli autori dell’opera. Può effettivamente causare l’infezione da SARS-CoV-2 Sindrome simile a Kawasaki E manifestazioni cutanee comuni di altre infezioni virali. Era ipotizzabile che il virus si stesse diffondendo da tempo e la sua lunga (e silenziosa) diffusione nel nord Italia poteva in parte spiegare L’effetto devastante della prima ondata.

La Proteina «spike» del coronary

Lo studio è coordinato da Elisabetta TanziÈ stato eseguito nel laboratorio approvato dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per morbillo e rosolia (MoRoNET). “La sequenza di RNA del Coronavirus è stata osservata nel tampone che è stato fatto in quel momento per il bambino attraverso un test di biologia molecolare – spiega Gian Vincenzo ZuccottiPresidente del Comitato Direttivo della Facoltà di Medicina dell’Università Statale di Milano -. Non c’era dubbio che ciò che abbiamo identificato fosse la proteina Montaggio A cui il virus si lega alle cellule umane. Un altro studio ha mostrato che la sequenza corrisponde a quella della dinastia Wuhan. L’ipotesi che il virus SARS-CoV-2 si sia diffuso in Italia dallo scorso anno è stata confermata da altre analisi, come quella che ha trovato il virus nelle acque reflue di Milano, e dalla sperimentazione clinica di Polmonite e sindromi respiratorie di origine non chiara tra dicembre e gennaio. La nostra indagine mostra anche l’importanza dei sistemi di sorveglianza epidemiologica, che non sempre sono adeguatamente supportati e finanziati “.

READ  Weekend della Zona Rossa 9-10 gennaio in Italia? Decreto emanato (non importa), cdm in serata
Informati sui nuovi agenti patogeni

È essenziale un sistema di sorveglianza virologica sensibile e di qualità Identifica immediatamente i patogeni emergenti E monitorare l’evoluzione dei focolai nella popolazione Antonella AmendulaResponsabile dell’attività di sorveglianza del morbillo presso MoRoNET -. I risultati dello studio forniscono una guida e la necessità di futuri sforzi per controllare le malattie infettive Implementa la sorveglianza virale A livello regionale come strategia prioritaria per una risposta adeguata alle emergenze epidemiche “.

Covid, le conseguenze per i bambini

Vedi ancora bambini con sintomi cutanei correlati a Covid in ospedale oggi? “Si tratta di Complicazioni che compaiono dopo che l’infortunio è finito, Quando i giovani adulti sono negativi per Sars-CoV-2 ma hanno ancora una produzione significativa di anticorpi – spiega Zuccotti, che è anche Direttore del Pronto Soccorso Pediatrico e Pediatrico dell’Ospedale Buzzi di Milano -. Nei bambini più piccoli, l’aspetto classico di Covid è simile a quello di Kawasaki, a livello vascolare. Negli anziani, dagli 8 anni in su e poi nell’adolescenza, possono esserci forme più gravi, con Infiammazione sistemica e coinvolgimento del cuore. Alcuni bambini hanno bisogno di rianimazione, ma fortunatamente tutti i nostri pazienti sono guariti “.

Immunoglobuline e cortisone

Quali trattamenti vengono utilizzati nei bambini? “innanzitutto Immunomodulatorio Non specificato (anticorpi, EdMa se questi non bastano per risolvere la situazione entro 24 ore, allora ricorriamo a: CortisoneAnche a dosi elevate, che è sempre fondamentale. I bambini hanno forme diverse dagli adulti: il polmone può essere colpito ma non è mai grave, mentre sono presenti pazienti giovani Mal di stomacoNon frequente nelle fasce d’età più avanzate “.

9 dicembre 2020 (modifica il 9 dicembre 2020 | 17:50)

READ  12.415 nuovi contagi, 377 morti - Corriere.it

© Riproduzione riservata

Written By
More from Arzu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *