Corona virus, nelle premesse di Natale e Capodanno in Italia, regione rossa o arancione, ieri circa 18mila casi di covid: le ultime novità

Ieri sono stati registrati 17.938 nuovi casi di Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, per un totale di 1.843.712 persone contagiate dall’inizio dell’epidemia. Questo è quello che dice Il post di ieriDomenica 13 dicembre, emessa dal Ministero della Salute, sulla situazione epidemiologica nel nostro Paese. Nell’ultimo giorno il numero dei decessi dovuti al Corona virus è arrivato a 484, per un totale di 64.520 vittime dall’inizio dell’epidemia. La cura totale è 1.093.161 (+16.270). I casi positivi sono attualmente 686031. Di questi, 27.735 pazienti con sintomi sono stati ricoverati e 3.158 sono in terapia intensiva. In totale, i tamponi prelevati nelle ultime 24 ore sono stati 152.697. Le regioni più positive su base giornaliera sono il Veneto, seguito da Lombardia ed Emilia-Romagna.

Questo è lo stato della regione per regione:

Lombardia: +1.219.70

Piemonte: +1.011.001

Campania: +1.219.001

Veneto: +4.092.0000

Emilia-Romagna: +1.940.000

Lazio: +1.339.0000

Toscana: +673

Sicilia: +808

Liguria: +331

Puglia: +1.175.000

A piedi: +481

Abruzzo: +344

Friuli Venezia Giulia: +573

Umbria: +145

Ba Bolzano: +251

Sardegna: +633

Ba Trento: +157

Calabria: +228

Valle d’Aosta: +34

Basilicata: +60

Di Molly: +119

In tutto il mondo, secondo la Johns Hopkins University, sono state segnalate 72.252.541 infezioni confermate e 1.612.362 decessi. Gli Stati Uniti sono di gran lunga il paese più colpito dall’epidemia, con oltre 16 milioni di risultati positivi per il virus COVID-19. I dipendenti della Casa Bianca saranno tra i primi a essere vaccinati. Dietro gli Stati Uniti, il numero di casi è India, Brasile, Russia, Francia, Regno Unito, Italia e Turchia.

READ  Le pagelle del Napoli - Decisa da Matteo Politano, vince grande difesa
Written By
More from Arzu

Contratto con Covid- Corriere.it

morto Pietro PeregoPapà da Paula Perego. Per annunciarlo su TwitterArcobaleno treAgenzia per...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *