Coprifuoco in Italia, blocco nelle regioni rosse – Corriere.it

Diffusione alle 22:00 coprifuoco Imposto dal governo in tutta Italia. La decisione è stata presa durante l’incontro del capo della delegazione di maggioranza con il premier Giuseppe Conte. Ecco la bozza di testo:

Dalle 22.00 alle 5.00 solo viaggio motive Comprovate esigenze aziendali per necessità o motivi di salute. In ogni caso, si raccomanda vivamente a tutte le persone fisiche, nell’arco della giornata, di non viaggiare con mezzi pubblici o privati, se non per motivi di lavoro, studio, salute, o casi di necessità, o per svolgere attività o fruire di servizi non sospesi..

sospensione Eseguire selezioni preliminari e prove scritte per Procedure concorsuali pubbliche e private E quelli idonei all’esercizio delle professioni, tranne nei casi in cui i candidati vengono valutati esclusivamente sulla base del curriculum o in via elettronica.

Accredita gli istituti di istruzione per il secondo grado della scuola secondaria Forme flessibili nell’organizzazione delle attività educative in modo che il 100% delle attività venga implementato attraverso l’utilizzo della didattica digitale integrata. cucchiaio Mostre E servizi generali di apertura di musei, istituti e altri luoghi culturali

L’attività educativa e didattica di Il primo corso di educazione Per quanto riguarda i servizi educativi per i bambini, continua ad esistere, con l’uso obbligatorio di dispositivi di protezione delle vie respiratorie ad eccezione dei bambini di età inferiore ai sei anni e delle persone con malattie o disabilità incompatibili con l’uso di una maschera. I corsi di formazione pubblici e privati ​​possono essere condotti solo a distanza.

Le strutture di vendita di medie e grandi dimensioni sono chiuse nei giorni festivi e nei giorni antecedenti le festivitàCosì come stabilimenti commerciali in centri commerciali e mercati, tranne. Non sono eliminate le chiusure per farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita alimentari e tabacchi ed edicole; Le attività di ristorazione (inclusi bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 alle ore 18.00; Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di 4 persone per tavolo, a meno che non coesistano tutte; Dopo le 18:00 è vietato il consumo di cibi e bevande in luoghi pubblici e aperti; È consentito fornire cibo in hotel e altre strutture ricettive senza limiti di tempo, è limitato ai propri clienti, che vi soggiornano; È sempre consentito fornire alimenti con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per le attività di imballaggio che di trasporto, oltre a servire alimenti con ordini da asporto fino alle ore 22.00, con divieto di consumo in loco o nelle vicinanze.

READ  Marquette: "Juventus-Napoli, non siamo tifosi: la frase va in una direzione precisa!"

a bordo dell’aereo Trasporto pubblico Il trasporto locale e le ferrovie regionali con l’esclusione del trasporto scolastico dedicato consentivano un fattore di riempimento non superiore al 50 percento

Al fine di contrastare e contenere la diffusione del virus Covid-19 (…) Aree o parti di esse che sono state stabilite in uno “scenario di tipo 3” e hanno un livello di rischio “alto” Riferito al suddetto documento di divieto. 2- Con ordinanza emessa dal Ministro della Salute d’intesa con il presidente della regione interessata, per alcune parti della regione regionale e per accertato rischio epidemico, esenzione dall’applicazione di una o più delle misure di cui al paragrafo 4.3.

Il Ministro della Salute verifica, con cadenza almeno settimanale, che sussistano le condizioni di cui ai commi 1 e 2 e, con decreto, la normativa in materia è aggiornata con le decisioni di cui ai commi precedenti. Un periodo non inferiore a 15 giorni In ogni caso, non oltre la data di entrata in vigore del presente decreto. 4. A partire dal giorno successivo alla pubblicazione dei decreti di cui al comma 1 nella Gazzetta Ufficiale, nelle aree designate saranno applicate le seguenti misure di contenimento:
un) Qualsiasi movimento dentro e fuori le aree è vietato Di cui al comma 1, ad eccezione dei viaggi motivati ​​da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. In ogni caso, entro i limiti consentiti, sono consentiti gli spostamenti assolutamente necessari per garantire il funzionamento dell’insegnamento in essere. Permesso di tornare a casa sua, a casa o residenza;
B) È vietato qualsiasi movimento con mezzi pubblici o privati ​​nel comune diverso dal luogo di residenzaIl luogo di residenza o domicilio, salvo accertate esigenze di lavoro o di studio, per motivi di salute, per casi di necessità o per lo svolgimento di attività o fruizione di servizi non pendenti e non disponibili in quel Comune.
Cura Le attività di ristorazione sono state sospese (Compresi bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie), escluse mense e ristoranti continuando su base contrattuale purché siano rispettati protocolli o linee guida volte a prevenire o contenere l’infezione. È consentito servire solo cibo con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per le attività di confezionamento che di trasporto, oltre a servire cibo con ordini da asporto fino alle ore 22.00, con divieto di consumo in loco o nelle vicinanze. Restano in ogni caso aperti i punti di ristoro ubicati nelle aree di servizio e di rifornimento lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con l’obbligo in ogni caso di garantire il rispetto della distanza personale non inferiore a un metro.

READ  La chiusura inizia martedì

3 novembre 2020 (modifica il 3 novembre 2020 | 17:49)

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *