Come funziona un vaccino moderno – Corriere.it

Le prime fiale di vaccino prodotto da Moderna (47mila dosi) sono arrivate all’Istituto Superiore di Sanità, e da lì saranno distribuite alle regioni, con priorità data a chi ha La più grande popolazione con più di 80 anni. La campagna vaccinale è in corso e, per il ministro della Salute Speranza, la vera via d’uscita da questi mesi e da questa difficile crisi lo è. Entro la fine di febbraio, l’Italia riceverà 764.000 dosi dall’azienda statunitense, Che si aggiungerà a Pfizer (470k a settimana) e AstraZeneca, se l’Agenzia europea per i medicinali darà il via libera. A differenza di Pfizer, Moderna spedirà le pozioni ogni due settimane: Dopo i primi 47mila, la settimana che inizia il 25 gennaio dovrebbe essere 66mila, 163mila per la settimana dell’8 febbraio e 488mila per la settimana del 22 febbraio.

Dieci milioni di dosi

Tuttavia, per avviare la campagna, sono necessarie più dosi. Il piano del governo prevede 28.269.000 per il primo trimestre del 2021. Di questi, 16 milioni e 155.000 devono essere garantiti da AstraZeneca e 2 milioni e 19.000 devono essere garantiti da Curevac, che la scorsa settimana ha firmato un’alleanza con Bayer. Entrambi i vaccini non sono stati approvati dalle agenzie di regolamentazione. al momento L’Italia può contare su poco più di dieci milioni di dosi di vaccini Pfizer e Moderna per i primi tre mesi dell’anno.Se non ci sono ostacoli alle nascite: quanto basta per vaccinare poco più di 5 milioni di persone e non i 6,4 indicati nel piano (1,4 milioni di medici e infermieri, 570.000 RSA tra dipendenti e ospiti e 4,4 milioni negli anni ’80). È stata anche discussa la possibilità di ampliare l’elenco dei gruppi prioritari, Compreso il personale scolastico, tutti gli over 80, ematologia e malati di cancro. La macchina normativa, stentata ad avviarsi, avanza a passi da gigante: ad eccezione di Calabria, Lombardia e provincia di Bolzano, tutte le regioni si avvicinano o superano il 50%, con punte del 75% in Campania e del 71% in Toscana e Veneto. Il 70% è la percentuale massima consentita perché devi Conserva almeno il 30% delle dosi per la seconda iniezione, Che inizierà il 21 gennaio.

READ  "Gli ospedali crollano in due settimane"

La seconda iniezione dopo 28 giorni

A livello europeo, Entro settembre verranno distribuite 80 milioni di dosi di vaccino Moderna: 10 milioni entro marzo, 35 nel secondo trimestre e 35 nel terzo trimestre. Entro il 2021 verranno erogate ulteriori 80 milioni di dosi elettive. Quali sono le caratteristiche di questo vaccino? Prodotto simile realizzato da Pfizer e BioNTech, basato sulla tecnologia mRna (Rana Messenger). Riferito a dall’età di 18 anni, invece di 16 (come Pfizer), e il programma prevede due somministrazioni a distanza di 28 giorni invece di 21 giorni (Pfizer). L’immunità è considerata completamente acquisita due settimane dopo la seconda somministrazione. Si conserva a temperature comprese tra -25 e -15 gradi per 7 mesi, ma è stabile tra +2 e +8 gradi per 30 giorni se non aperto (d’altra parte Pfizer va conservato a -70). La fiala multidose non necessita di diluizione ed è quindi pronta per l’uso: Da ciascuna si possono prendere 10 dosiPer iniezione intramuscolare nella spalla. Prima della somministrazione, può essere conservato a temperatura ambiente (8-25) per un massimo di 12 ore. Una volta aperta, la fiala deve essere conservata tra 2 e 25 per non più di 6 ore.

Tecnologia Messenger RNA

Rispetto al vaccino Kommernate (Pfizer), sulla base dei dati attualmente disponibili, il profilo di sicurezza ed efficacia del vaccino Moderna (denominato MRNA-1273Sembra impigliata in modo schiacciante, ha rilevato l’Agenzia Italiana del Farmaco, che ha dato il via libera il 7 gennaio. Come funziona la tecnologia mRna? Quest’ultimo codifica per la proteina Montaggio Virus Dell SARS-CoV-2. Pertanto, il vaccino non introduce il virus vero e proprio nelle cellule, ma solo l’informazione genetica di cui la cellula ha bisogno Per costruire copie proteiche Montaggio. Una volta completata la sua missione, l’mRna non rimane nell’organismo ma si degrada subito dopo la vaccinazione.

READ  Camera, l'appello di Conte: "Aiutaci chi è a casa nel cuore". A Italia Viva: "Quello che è successo non può essere cancellato". E rinuncia a delegare servizi
Effetti collaterali

Per entrambi i vaccini (Pfizer e Moderna) l’efficacia è stata di circa il 95%Nel caso di Moderna, le persone potrebbero non essere completamente protette fino a 14 giorni dopo aver ricevuto la seconda dose, mentre per Pfizer la protezione inizia una settimana dopo la seconda iniezione. Inoltre, a differenza di Pfizer, il vaccino mRna-1273 non deve essere miscelato o diluito con altri farmaci. Gli studi sugli animali non mostrano effetti dannosi durante la gravidanza, tuttavia i dati sull’uomo non sono ancora disponibili; Non abbiamo nemmeno informazioni sui bambini esclusi dalle sperimentazioni cliniche. Occorre prestare particolare attenzione a coloro che hanno problemi di coagulazione del sangue, poiché il piercing può causare ematomi. Gli effetti collaterali più comuni segnalati Durante lo studio, che comprendeva 30.000 persone (più di una su 10 vaccinate), erano: dolore al sito di iniezione, affaticamento, mal di testa, dolori muscolari o articolari, brividi, nausea o vomito e febbre. Ci sono stati casi rari (1 vaccino su 1000). Vaccino) per paralisi facciale temporanea unilaterale e anafilassi (reazioni allergiche): come con altri vaccini, si raccomanda un attento monitoraggio per almeno 15 minuti dopo l’iniezione. finalmente, Non sono disponibili dati sull’intercambiabilità con altri vacciniPertanto dovrebbe essere evitato (esempio: la prima dose di Pfizer, la seconda dose fresca o viceversa).

La protezione dura almeno un anno

Per quanto riguarda la durata della protezione, al momento si presume che sia Moderna che Pfizer lo siano Può durare almeno un anno, Ma questo fatto sarà confermato da studi condotti su ampie fasce di popolazione. Ha affermato che i vaccini approvati dall’UE di BioNTech-Pfizer e Moderna hanno mostrato un profilo di sicurezza appropriato negli studi clinici. Harald EnnsmanPresidente del comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’Agenzia europea per i medicinali -. Studi molto ampi hanno dimostrato che i vaccini mRna sono molto efficaci nella prevenzione. Le persone vaccinate continueranno a essere seguite per due anni per raccogliere maggiori informazioni sulla durata della protezione e sicurezza. Presidente del Consiglio Supremo della Salute, Franco Locatelli, Ha indicato che i dati per il vaccino Moderna indicano tassi di efficacia nella gamma dell’85-86% nelle persone di età superiore ai 65 anni, il che non è scontato.

READ  Sinner-Nadal al Roland Garros, in diretta

12 gennaio 2021 (modifica il 12 gennaio 2021 | 16:32)

© Riproduzione riservata

Written By
More from Arzu

Pirlo: “Dybala, domani tocca a te”

Torino – Alla vigilia di Juventus-Verona, quattro giorni prima di Juventus-Barcelona. Se...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *