Calabria, il nuovo assessore alla sanità è l’ex presidente dell’università Gaudio. Gino Strada: “Il tandem non esiste, ha cose tangibili”

Giuseppe Zucatelli È costretto a partire e Calabria Terzo Commissario per la salute Entro due settimane. Ma non è il Gino Strada. Il governo ha scelto l’ex presidente dell’Università La Sapienza Eugenio GaudioIndagine un Catania in un Maxi Inquiry Sul presunto Concorsi forgiati All’Università dell’Etna – Ripristinare il settore e il processoEmergenza Coronavirus. Inizialmente, le fonti di Palazzo Chigi lo hanno reso noto Fondatore di Emergenze Sarebbe stato disponibile a unirsi alla squadra con una “delegazione speciale”, ma poi è intervenuto lo stesso Strada su Facebook annunciando che il tandem era con Gaudio “.Non esisteRipeto, mi è stato dato il primo ministro Procurami Per aiutare la Calabria, ma dobbiamo ancora determinarne lo scopo Quali condizioni“, Spiega, esprimendo disagio,” in una situazione in cui stiamo parlando di qualcosa Resta da stabilirePertanto, la sua partecipazione al rilancio di Calabria Salute rimarrà sul tavolo fino a quandoProgetti concreti Aiutare i cittadini calabresi “.

La selezione dei CEO è maturata in poche ore: all’ora di pranzo il ministro della Salute Roberto Speranza Ha chiamato Zuccatelli, al centro della polemica sulle sue sentenze in merito Corona virus, Viene chiesto di fare marcia indietro dopo una sola settimana dalla scelta di lui come successore Saverio Cotticelli, L’ex generale ha dovuto fare marcia indietro dopo l’intervista Quinto titolo Come ha dichiarato di non sapere chi dovrebbe attuare il piano per affrontare l’epidemia. Anche Zucatelli ha rinunciato alla carica di CommissarioOspedale di Catanzaro Nato a Policlinico Universitario Mater DominiSempre a Catanzaro. Con la stessa cosa Velocità Che ho accettato, mi dimetto su richiesta del ministro Hope rispetto Che ho sempre avuto nei confronti delle istituzioni “, ha dichiarato, ribadendo tuttavia che” con il supporto del potere esecutivo “rimarrà. A scaricarlo nelle ultime ore non sono state solo le cinque stelle, ma anche Matteo Renzi e Leo, Il partito che Zucatelli ha tenuto nel 2018 e il cui commissario eletto gli è molto vicino.

READ  La Commissione per il reclutamento dei passeggeri di Uber chiude le indagini: "Condizioni di lavoro degradanti"

Gaudio, medico di Cosenza, è qui dallo scorso aprile Consulente Ministro dell’Università Gaetano Manfredi Ricoprirà quindi la carica di Commissario, mentre di Fondatore Emergenza Avrà un ruolo da Consulente esterno. Anche se la sua partecipazione è ancora in dubbio. Fonti governative affermano che durante la giornata c’è stata una lunga discussione tra Strada e il presidente del Consiglio Giuseppe ConteDurante il quale il medico ha confermato la sua disponibilità. Il Primo Ministro ha sottolineato la necessità della costruzione Ospedali da campo Nelle regioni della regione più colpite dall’epidemia, come Catanzaro e Reggio Calabria. Non tutti gli uomini della maggioranza però concordano con la scelta dell’ex presidente dell’università: “Sarebbe sicuramente una persona Molto in formaMa in Calabria, per tanti motivi diversi, uno dei quali è la necessità di combattere Ndrangheta Con lui fuorigioco Nelle aziende sanitarie – non va bene “, dice il capo del Comitato antimafia Nicola Mora Riferendosi a Gaudio. “Ci aspettiamo che Gino Strada, per tutto ciò che simbolicamente rappresenta, abbia un ruolo Ruolo tremendo NiloLavori di riabilitazione Sanità in Calabria. ”Esulta il presidente reggente della Calabria Nino Spearle“Abbiamo chiesto con insistenza al governo che il nostro rappresentante calabrese possa controllare la situazione conoscendo il suo respiro. Il governo lo ha capito, lo ha accettato, e oggi il presidente dell’Università ha proposto Gaudio come commissario con una professione medica che non finisce mai, Curriculum davvero eccellente ”.

Zuccatelli non ha parlato da quando è stata annunciata la data (circa una settimana fa). Al mattino ha deciso di rompere il silenzio con un’intervista Tgr Ray Calabria, Denunciando di “non aver ancora ricevuto l’ordinanza di nomina”: un clip che lasciava in sospeso le consegne con il suo predecessore, Coachelli. L’impasse è stata sgombrata da una telefonata del ministro Speranza, in cui Zuccatelli ha dichiarato: “Io Non esco spontaneamente Dalla posizione a cui sono stato assegnato, ma se il ministro me lo chiede allora sono pronto a farlo “. Sempre al Tgr Calabria, Zuccatelli ha parlato anche dei suoi dissensi. A tal proposito ha detto che il video in cui diceva che le maschere non sono necessarie e che l’infezione ha bisogno di infezione Per un bacio con la lingua per un quarto d’ora è “Certamente una sciocchezzaMa si è anche schiarito: “In quel momento eravamo nella prima fase dell’epidemia”, ma ha detto senza ricordare che le dichiarazioni risalgono a maggio, e quindi nemmeno all’inizio della diffusione del contagio. “Non sono un negazionista”Il Commissario ha ripetuto. Zuccatelli non ha però spiegato un altro passo falso in cui è diventato protagonista non a maggio, ma entro venerdì, quando ha chiesto chiarimenti a un giornalista. Quinto titolo (un programma Rai3 A chi era già “responsabile” l’espulsione del suo predecessore, Saverio Coticelli) ha risposto WhatsApp Con un link inviato al sito nazionale di destra Imolaoji Questo riportava uno studio controverso contro le maschere.

READ  X Factor 2020, eliminando drasticamente l'oscurità. Manuel Agnelli è deluso: "È un grande fallimento"

Durante il giorno, leader Italia FIFA Matteo Renzi: “Se Gino Strada fosse davvero disponibile per essere commissario alla Salute in Calabria – scrive su Facebook – allora il presidente del Consiglio e il ministro della Salute potrebbero fare solo una cosa per affrontare il pasticcio Cucicelli-Zucatelli: oggi è avvenuta la nomina di Gino Strada a commissario alla Salute in Calabria. E gli do tutti i poteri. ”Tuttavia, nel pomeriggio, dopo le voci sul nome di Gaudio, entrambi Ituri Rosato quella Ernesto Majorno Hanno detto di aver sostenuto la sua nomina. Anche per il senatore Leo Loredana de BeatriceUn esponente del partito ritenuto vicino a Zocatelli ha chiesto un incarico all’esecutivo: “Il governo deve ora rompere il ritardo e riconoscere subito la disponibilità che Strada aveva sottolineato ad accettare la carica di Commissario straordinario per la Calabria”. A De Beatrice si è unito il portavoce nazionale della sinistra italiana Nicolas Frattoyani: “L’ho detto subito e oggi lo ripeto. La nomina di Zocatelli in Calabria è stata un errore che doveva essere corretto. Scopriamo ora che Gino Strada ha dato la sua disponibilità chiedendo una cosa semplice: di non essere oggetto di un’operazione di fronte e di avere un mandato chiaro. Che cosa aspetta il governo? Il suo nome subito? “.

Written By
More from Arzu

Dual di Immobile e Parolo. Gli ottavi di finale sono a un passo

Una serata magica. Per una vittoria meritata, senza dubbio. E questo porta...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *