Bucini: “Juventus, ricorda Alegre”

Il collega Bucchioni su TMW: “In vena di provocazioni, posso anche iniziare il discorso con un invito a suggerire – ad Andrea Agnelli: Adesso chiama Allegri. So che non è in mostra e so che difenderanno Pirlo per difendersi, e so che Max ha litigato con Paratici e ritorno Lo stava chiedendo al dirigente dell’area tecnica, ma non come in questo caso, la seconda mano sarebbe stata davvero sicura e assicurata.Il post-Allegri per la Juventus è stato un tormento, solo ora in molto (molto) hanno capito l’importanza di avere un allenatore capace di gestire gli uomini, dare carattere Per la squadra, studiare gli avversari e capire le partite. Negli ultimi anni Allegri ha allungato la vita di un torneo, insabbiando errori e ritardi nei rinnovi, sono esplosi tutti i problemi nascosti con Sarri e Pirlo.

Tenete a mente, non siamo qui per cercare un club che ha vinto nove scudetti consecutivi e dobbiamo solo lodarlo, ma è evidente la confusione su alcune delle opzioni che sono state fatte da quando Marotta lascia la posizione. È come se la straordinaria programmazione della scienza classica fosse finita per la Juventus per passare all’improvvisazione. Molte cose ci hanno sorpreso non dalla Juventus in questi mesi, a cominciare dallo staff. Non ci è voluto un genio per rendersi conto che la squadra avrebbe dovuto essere ringiovanita un anno o due fa. Nulla. Solo poche esche e zero parametri. Cominciamo con l’analisi della difesa. È ancora ragionevole pensare che Chiellini e Bonucci possano essere proprietari immobili? Rumorosa creduloneria. Chiellini ha 36 anni e da un anno e mezzo ha riportato infortuni, il che è un peccato, ma rientra negli standard di una carriera eccezionale che vede riconoscimenti. In netto calo anche la prestazione di Bonucci. Cosa fa Parachi? Oltre agli storici giocatori, questa stagione inizia con il ritorno di Demiral da un lungo infortunio e il recupero di Delight da un processo delicato. Ma non sapevi che Pirlo gioca con tre mani? Se non ci sono soldi per comprare un’altra centrale elettrica, perché hanno dato a Rojani l’ultimo giorno di mercato? Quello che è successo l’ho visto con Danilo, Frabotta e la compagnia. Cose della Juventus? Assolutamente. La situazione a centrocampo è peggiore. Hai deciso di posticipare il rinnovo e poi espellere i tre titolari degli ultimi anni Matuidi, Pjanic e Hadera? Noi siamo per i giovani, ma quando la Juventus era la vera Juventus, li comprarono e li portarono a Torino, gli fecero capire il mondo juventino, li fecero crescere e poi li liberarono. Il povero McKinney (22) giura oggi dallo Schalke04 e diventa il proprietario. Kulusevski di Parma, 20 anni, stesso. Ma anche Chiesa della Fiorentina e dopo un minuto di passaggio in campo, come la vede? A proposito di giovinezza, qualcuno può spiegarmi perché Kane è stato venduto? Un errore palese, più pericoloso dell’errore di Coman. Non possiamo sempre pensare a una plusvalenza. Siamo all’attacco. Ronaldo c’è e va bene, ma quando tornerà chi uscirà tra Morata e Dybala? Ne parlerò dopo, ed eccomi qui a Pirlo.

READ  Corona virus, 25mila contagi in Francia. Spagna: 222 morti e oltre 15.000 feriti. Più di 7.000 feriti in Germania

La decisione di assegnarlo in tribunale dopo averlo ingaggiato nell’Under 23 è un’improvvisazione vicina al masochismo. Tutto questo è assurdo. Si sapeva da tempo che Sarri aveva rotto con la squadra, la Juventus doveva cercare un allenatore pronto al momento giusto, e da Pochettino in giù ci sono tanti allenatori liberi. Pirlo è una scommessa eccezionale, un po ‘di follia positiva (simile a Steve Jobs) o credulità d’emergenza?

Mi protendo verso quest’ultima premessa per un motivo molto semplice, l’errore è duplice, una squadra rinnovata e piena di giovani, in completo passaggio, non affidata a un allenatore senza nemmeno un minuto in panchina. O meglio, si può fare, ma bisogna essere consapevoli che questo può essere anche un anno di transizione. Perché? Perché Pirlo ha il diritto di sbagliare, imparare e crescere in silenzio. Può essere un genio, ma un genio ha anche bisogno di supporto con maestria, esperienza e abitudini. Anche Michelangelo (e Michelangelo mi hanno perdonato) prima di scolpire quello che aveva in testa ha dovuto imparare a usare uno scalpello e vivere con i chiodi in mano. morale? Con Pirlo la Juventus rischia di non vincere nulla, c’è da dire che si gettano le basi per un nuovo turno, ma non possiamo. Non puoi perché Ronaldo è nato per vincere sempre, perché sei la Juventus e devi avere sempre grandi obiettivi, perché il lavoro non si ferma.

Tuttavia, la partita contro il Barcellona è stata devastante. Tutti quelli che conoscono il calcio hanno visto il risultato no. Non guardando in faccia nessuno, Capello ha commentato: avrebbe potuto finire otto a zero. ha ragione lui. Il Barcellona ha dominato tatticamente, tecnicamente e fisicamente. Non ha visto Messi sbagliare gol, ha giocato con una concentrazione bassa che lo mette in allenamento. Ma non solo Messi.

READ  Approvato il Decreto Ristori. Questo è ciò che conterranno ristoranti, bar, palestre e teatri

Ma vogliamo calmarci e parlare del Verona, che ha dato una lezione di calcio?

Non è chiaro che razza di calcio stia pensando Pirlo. O meglio, vediamo un calcio fantasioso ea volte arrogante, con pochi centrocampisti e tanti top player. C’è un po ‘di tutela (Bonucci alla Mascherano), ma per fare in modo che il calcio dai singoli diventi una squadra, avrai bisogno di giocatori e tempo superiori. Gli affari sono in corso e i risultati sono negativi. Il ritorno di Ronaldo porterà carisma ed essere un eroe, costringerà gli avversari a guardarlo in modo specifico, ma può anche essere una complicazione. Quello tra Morata (che segna) e Dybala deve necessariamente uscire. Per far giocare questi tre insieme, ci devono essere Pogba e Vidal nel migliore dei casi e invece (se tutto va bene) ci sono gli involontari Rabiot e Bentancur che, tra l’altro, ha anche 23 anni. Abbiamo torto a diffidare di Pirlo? Poteva. Sembra capire che ha davvero un calcio diverso in testa, ma poi torno alle domande poste: avrà tempo per lavorare anche se i punti non arrivano?

Sconfiggere Pirlo dopo essere stato rinnegato da Sarri sarebbe davvero un fallimento di gestione e non credo che Agnelli arriverebbe a tanto. Poteva farlo solo espellendo Nedved e Paracchi e rinnovando l’intera catena di comando. Ma non lo farà. E poi mettiamo chi? A Roberto Mancini è piaciuto, ieri è apparso di nuovo il nome dell’allenatore, ma in realtà lo abbiamo fatto qualche tempo fa. Gli piace dal 2014, quando è stato il sostituto di Allegri nell’estate delle dimissioni di Conte, ma se c’è qualcosa di cui tornerà a parlare dopo gli Europei, il tecnico non ha mai dato segni di dispiacere con l’azzurro anche se la Juventus suscita sempre il suo interesse.

READ  Babu: "La squadra ora ha una diversa esperienza e consapevolezza"

Ed è rimasto sul tema degli allenatori: ieri questo quotidiano online ha annunciato con Alessio Alimo, la rescissione dell’accordo tra Juventus e Sarri. L’allenatore dovrebbe arrivare allo stipendio di quest’anno, circa sei milioni, ma senza bonus e strappando l’opzione per il terzo anno. Sari ora è libero ed è diventato una mina vagante per tutti. La Fiorentina lo nota, ma al momento non c’è un contatto diretto. Semmai, al Surrey verrà offerto un programma futuro di tre anni. Ma le squadre italiana (Roma) e spagnola gli hanno già chiesto di prepararsi. Ed è pronto, vuole vendetta.

Intanto, purtroppo per l’Inter, Lukaku, unico decisivo finora, dovrà restare fermo per alcune partite a causa di un problema muscolare. Parlando di una squadra imperfetta, in una squadra in cui l’attacco di cuore di questo tipo è essenziale, manca il moltiplicatore. Dzeko è alla ricerca da molto tempo, ma potrebbero esserci altre soluzioni. Se c’è Sanchez per Lotaro, poi c’è Pinamonti per Lukaku. Sei pronto per determinati livelli? Vediamo cosa inventerà Conte.

Pioli ha inventato l’auto perfetta a Milano. Con un testacoda (cinque nuovi giocatori), i rossoneri hanno anche giocato un calcio divertente e meraviglioso dalla memoria di ieri sera. Lea è cresciuta sotto Ibra e crede di avere solo 21 anni. Ma tutti si sono sviluppati anche grazie all’allenatore che ha messo insieme una squadra a cui piace giocare e, come abbiamo detto, questo è il segreto. Con un difensore e un centrocampista in più a gennaio, gli orizzonti rossoneri potrebbero essere ampliati.

Written By
More from Arzu

Lazio, è un incubo Covid! Immobile e altri quattro non partono per il Belgio

L’ondata di assenze di Formello. I quattro giocatori sono stati esclusi dalla...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *