Abruzzo, Umbria, Basilicata, Liguria, Toscana. Decisione di domani sulla Campania

AbruzzoE il UmbriaE il BasilicataE il Liguria e Toscana Attraversano l’area Orange. Entreranno in vigore da mercoledì le disposizioni della clausola che il ministro della Salute Roberto Speranza si appresta a firmare. Ad attendersi, con un tweet, il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marcilio. Sulla base dei dati elaborati dalla sala di controllo – riunitasi oggi – il ministro dovrebbe firmare in serata l ‘Ordine Che sarà in vigore da quel momento in poi Mercoledì 11 novembre. Deve essere confermato anche un boicottaggio. Nel rosso Bolzano. Per il momento, nulla di nuovo è ancora in attesa Zone rosse. Sono infatti in corso ulteriori verifiche dei dati epidemiologici che interesseranno tutte le altre regioni italiane. Domani sarà interamente dedicato a un caso Campania.

Vaccino Covid Pfizer, tutti i problemi e i tempi per portarlo in Italia: arrivo dopo la metà del 2021

La conferma del governatore Totti

“La Liguria da mercoledì 11 novembre sarà la zona arancione per i prossimi 14 giorni. Il ministro Esperanza mi ha appena informato “. Giovanni Totti Conferma l’inserimento della Liguria nella zona arancio.

Scrive Totti: “Pur rimanendo confuso sulla differenza di trattamento rispetto alla scorsa settimana, a fronte di numeri un po ‘simili, penso sia giusto non entrare in discussione con il governo e prendere atto di questa decisione – ha scritto Totti – non c’è dubbio che i nostri ospedali siano soggetti a A causa della forza di pressione, il mondo medico richiede interventi e in queste situazioni crediamo che debba sempre prevalere lo standard di cautela “.

Cosa offre

Nella Zona Arancione la circolazione è consentita solo all’interno del proprio Comune, dalle 5 alle 22, senza necessità di motivazione. Dalle 22.00 alle 5.00 tutti i movimenti sono vietati, ad eccezione di quelli motivati ​​da comprovate esigenze lavorative, necessità o motivi di salute. Inoltre, è vietato il trasporto in altri comuni e in altre zone 24 ore su 24, ad eccezione di quelli che siano spinti da comprovate esigenze lavorative, casi di necessità, motivi di studio o di salute, o svolgere attività o fruire di servizi non disponibili nel comune privato (per Ad esempio, vai all’ufficio postale o fai la spesa, se non ci sono uffici o punti vendita nel tuo comune.) In ogni caso, sono consentiti gli spostamenti in qualsiasi area strettamente necessaria per garantire lo svolgimento dell’insegnamento faccia a faccia, se previsto. È sempre consentito tornare a casa, casa o residenza. Per quanto riguarda le abitazioni private, si raccomanda vivamente di non accogliere persone non convivibili, salvo che per esigenze lavorative o casi di urgenza. Si raccomanda il telelavoro, ove possibile, o una vacanza o una vacanza.

Proclamazione nel Consiglio del Sindaco di Firenze

Ho appena parlato con il ministro della Salute Roberto Speranza che mi ha comunicato ufficialmente che la regione Toscana era entrata nella zona arancione, poiché erano stati raggiunti i livelli che prevedevano il passaggio in questa seconda zona. Oltre alla Toscana ci sono altre regioni: prima di contattarmi, il ministro ha parlato chiaramente con il presidente Gianni Penso che il nuovo sistema di restrizione inizierà mercoledì ”, ha detto un portavoce del consiglio comunale, sindaco Firenze Dario Nardella.

Umbria

“Siamo stati in grado di fornire risposte a tutti i cittadini che ne avevano bisogno”, ha detto il presidente della Regione Umbria Donatella Tessi in un’intervista a SkyTg24. Parliamo di 500 posti letto riservati alle emergenze Covid. Tessi ha parlato di un “piano standard per cercare di non offrire troppe cure per altre malattie”.

Più restrizioni in Basilicata

Il capo della Regione Basilicata ha commentato che “la decisione del ministro arriva dopo un aumento dei casi positivi registrato nei giorni scorsi”. Vito Bardi. Ha aggiunto: “Mi appello al senso di responsabilità del popolo lucano – perché in assenza di un vaccino, l’epidemia viene combattuta con atteggiamenti molto responsabili. Solo seguendo le regole che tutti conosciamo ora possiamo sconfiggere efficacemente il virus e rallentarne la diffusione. Non fa eccezione che dopo la crescita delle infezioni in Nelle prossime ore ordinerò misure più restrittive “.

Campania: restare in giallorosso?

E in attesa della decisione definitiva del ministero della Salute, che arriverà solo domani, le indiscrezioni pervenute da fonti della regione indicano che la Campania è ancora nel nastro giallo. La sala di controllo avrebbe giudicato stabile per il momento la situazione nella regione nell’ambito dell’emergenza Covid 19. L’indicatore sarà ora valutato dal Ministero della Salute e domani il ministro della Salute Speranza prenderà una decisione definitiva. Al momento, infatti, nel Panorama italiano, lo status di Sistema Sanitario campano riesce ancora a reggere la fascia più leggera in termini di contagio e numero di ricoveri. Enrico Cosquione, consigliere del governatore, è intervenuto oggi a nome della Campania Vincenzo de Luca Per motivi di salute, il mandato che il governatore ha tenuto per sé.

Ultimo aggiornamento: 20:17


© Riproduzione riservata

READ  Juventus e Napoli, motivi sconvolgenti: "una scusa per non giocare"

Written By
More from Arzu

Con Covid, i ricchi diventano più ricchi e i poveri si rialzano in 20 anni

Se il virus è nel resto del mondo ha anche influenzato le...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *