16.999 nuovi contagi, 887 morti – Corriere.it

In Italia, almeno dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus 1.787.147 Le persone (comprese quelle guarite e le vittime) sono state infettate da Sars-CoV-2: i Nuovi casi sono 16.999 *, + 1% rispetto a Il giorno prima (Ieri erano +12.756), mentre io La morte oggi sono 887, + 1,4% (ieri erano +499), per un totale 62.626 vittime Da febbraio. Persone Recuperato o scaricato Totalmente lo sono 1.027.994: 30.099 Quelli usciti oggi dall’incubo del Covid, + 3% (ieri erano +39.266). lui è Corrente positiva – Le persone infettate dal virus ora – si è scoperto che erano in totale 696.527, Uguale -13.988 Rispetto a ieri -2% (ieri era -27.010). laggiù Riduzione degli attuali positivi – Con un segno meno in primo piano – dipende dal fatto che quelli guariti, sommandosi ai decessi, hanno più nuovi casi.

La mortalità aumenta in 24 ore: 887. I dati più tragici. Dopo 993 morti sono state registrate 3 dicembreE il Il secondo maggior numero di vittime è nella seconda ondata. Ricordiamo che 853 morti sono state registrate in Fall Day 24 novembre, 822 26 novembre, 827 27 novembre E 814 4 dicembre. Il Più persone che hanno perso la vita in Lombardia(172), Veneto (148), Piemonte (84), Toscana (75) Ed Emilia-Romagna (72). Di seguito è riportata una ripartizione della regione per regione.

sono Tamponi Sono stati 171.586, O 53111 in più rispetto a ieri quando erano 118.475. Mentre il Tasso positivo A partire dal 9,9% (Circa 9,906%): Ciò significa Delle 100 scansioni condotte, meno di 10 erano positive; Ieri era il 10,8% e due giorni fa il 9,9%, Segno che questo rapporto – che dà un’idea della direzione dell’infezione, indipendentemente dal numero di test effettuati – si sta stabilizzando. Organizzazione mondiale della sanità Mappa delle infezioni in Italia.

READ  Covid e Organizzazione mondiale della sanità: "L'Europa si preparerà, altrimenti ci sarà una terza ondata" | CTS minaccia di imporre sanzioni: "riapertura rigorosa a Natale"

Più infortuni in 24 ore rispetto a ieri, Come previsto con più tamponi. Troppi per riattivare il tracciamento dei contatti. Il freno in curva è più lento rispetto alla prima ondata, come evidenziato dal rapporto condizione-intasamento del 9,9%, in leggera diminuzione e pressoché stabile. Inoltre, vengono eseguiti meno test, se confrontiamo i numeri delle analisi di dicembre con i record dei 250.000 tamponi registrati a novembre (vedi 11/13 e 11/19). Lo ha sottolineato anche Nino Cartabellota, Head of Gimbe, nel suo commento all’Independent Data Monitoring per la settimana dal 2 all’8 dicembre. L’effetto delle nuove regole sull’aumento dei nuovi casi è esagerato dalla significativa diminuzione dell’attività di test. Test di riduzione del -18% secondo Gimbe.

L’andamento del contagio non è uniforme su tutto il territorio nazionale. oggi è Il Veneto registra il suo nuovo record positivo (+4.197) Nella seconda ondata, superando il picco 26 novembre (Erano +3.980), in un giorno in cui dimenticare le morti in Distretto di Zaya: 148 morti oggi in Veneto, e questo numero non è avvenuto in autunno, considerando che si è registrato il precedente picco di 113 vittime. Due giorni fa.

La pressione sul sistema sanitario continua a diminuire. Il numero di posti letto occupati nei normali reparti Covid è -565 Dal giorno precedente (Ieri-428) per un totale Ammetti 29.088 in ospedale. Mentre il più pericoloso in terapia intensiva (TI) è 3.291 in totale: pari a 29 letti riempiti con la tecnologia dell’informazione Dal giorno precedente (Ieri -25), ma sono entrati +251 Persona in terapia intensiva (ieri +152): significa che ha lasciato la terapia intensiva nelle ultime 24 ore 280 pazienti (251 + 29) Migliorato o morto.


Organizzazione mondiale della sanità Tutte le versioni sono dal 29 febbraio. Organizzazione mondiale della sanità Le ultime notizie di oggi.

Il quotidiano Corriere ha realizzato una newsletter sul Coronavirus. Gratuito: Registrati qui.

Casi regione per regione

Il dato presentato di seguito, suddiviso per regione, è il numero totale di casi (numero di persone risultate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guarigioni). La varianza si riferisce al numero di nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, mentre la percentuale rappresenta l’incremento rispetto al giorno precedente, calcolato sul totale regionale.

Lombardia 435.653: +2.093 casi, + 0,5% (ieri +1.233) con 24.299 strisci
Piemonte 181.531: +974 casi, + 0,5% (ieri +906) con 14.418 strisci
Veneto 177.568: +4.197 casi, + 2,4% (ieri + 2.427) con 20.117 strisci
Campania 169.992: +1.198 casi, + 0,7% (ieri +1.361) con 14.106 strisci
Emilia-Romagna 139.800 **: +1.453 casi, + 1% (ieri +1.079) con 17.556 strisci
Lazio 135.913: +1.488 casi, + 1,1% (ieri +1.297) con 15.916 strisci
Toscana 110.440: +517 casi, + 0,5% (ieri, +505) con 9.577 strisci
Sicilia 75367: +1.059 casi, + 1,4% (ieri +753) con 9.526 lacrime
Puglia 68.506: +1.332 casi, + 2% (ieri +917) con 11.168 strisci
Liguria 54684: +320 casi, + 0,6% (ieri +191) con 3.992 strisci
Friuli Venezia Giulia 37789: +672 casi, + 1,8% (ieri +633) con 8.356 tamponi
Mercato 33383: +323 casi, + 1% (ieri +229) con 3.071 strisci
Abruzzo 31.201: +227 casi, + 0,7% (ieri +264) con 2.792 strisci
Ba Bolzano 26.031: +244 casi, + 0,9% (ieri +232) con 1.974 strisci
Umbria 25615: +182 casi, + 0,7% (ieri, +89) con 3.847 strisci
Sardegna 25.279: +248 casi, + 1% (ieri +253) con 4.163 strisci
Calabria 19175: +169 casi, + 0,9% (ieri, +139) con 2.732 strisci
Ba Trento 17816: +217 casi, + 1,2% (ieri, +182) con 2.699 strisci
Basilicata 9186: +46 casi, + 0,5% (ieri +35) con 612 strisci
Valle d’Aosta 6801: +18 casi, + 0,3% (ieri, +17) con 342 strisci
Molise 5417: +22 casi, + 0,4% (ieri, +14) con 393 strisci

READ  "Questa storia non è più disponibile."
Zona di morte per regione

I dati presentati di seguito, suddivisi per regione, sono dati totali sui decessi dall’inizio della pandemia. La differenza indica il numero di nuovi decessi registrati nelle ultime 24 ore.

Lombardia 23.449: +172 morti (ieri +69)
Piemonte 6897: +84 morti (ieri +67)
Veneto 4551: +148 morti (ieri +29)
Campania 2165: +57 morti (ieri +44)
Emilia-Romagna 6.386: 72+ morti (ieri +46)
Lazio 2.802: +68 morti (ieri +33)
Toscana 3.032: +75 morti (ieri +24)
Sicilia 1895: +32 morti (ieri +34)
Puglia 1.834: +55 morti (ieri +20)
Liguria 2.602: +11 morti (ieri +28)
Friuli Venezia Giulia 1164: +42 morti (ieri +33)
Mercato 1.373: 9+ morti (ieri +9)
Abruzzo 1.013: 10+ morti (ieri +9)
Ba Bolzano 612: 8+ morti (ieri +10)
Umbria 498: +12 morti (ieri +9)
Sardegna 556: 7+ morti (ieri +6)
Calabria 373: 7+ morti (ieri +6)
Ba Trento 744: 9+ morti (ieri + 16)
Basilicata 189: +6 morti (ieri + 2)
Valle d’Aosta 344: +1 morte (ieri +4)
Molise 147: +2 morti (Ieri +1)

* I dati non sono del tutto allineati con la differenza tra i casi totali odierni e quelli del giorno precedente a causa del ricalcolo dell’Emilia Romagna (vedi nota successiva).

** L’Emilia-Romagna ha annunciato che un caso è stato eliminato dopo il ricalcolo in quanto non è considerato un caso COVID-19.

10 dicembre 2020 (modifica il 10 dicembre 2020 | 18:38)

© Riproduzione riservata

Written By
More from Arzu

Coronavirus: verso il Natale con aree blindate e ristoranti chiusi – Politica

I ristoranti sono chiusi a Natale e Santo StefanoCoprifuoco alle 22:00 fino...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *